Sommario

1. Presentazione dell’associazione
  1.1 Chi siamo
  1.2 I nostri scopi
  1.3 Scopi e relative attività
  1.4 Gli ambiti di attività
  1.5 Risorse umane e organizzative
2. Relazione attività e progetti realizzati nel 2016
  2.1 Attività di BDT e dei volontari
  2.2 Collaborazioni con Enti, altre Associazioni e strutture del territorio, partecipazioni a reti e altri progetti
  2.3 Attività per il sostegno dell’associazione
3. Profilo economico-finanziario
4. Obiettivi per il 2017
Ringraziamenti


 

1. Presentazione dell’associazione
1.1 Chi siamo

L’associazione Officine Creative Torino (da ora l’Associazione) nasce nel marzo 2016 dall’esperienza delle precedenti “Officine Creative”, realtà informale che dal 2010​ cura le attività manuali previste nella programmazione culturale dell’Hub Cecchi Point e si prende cura della riqualificazione dell’immobile in cui ha sede, le ex Officine meccaniche comunali, oggi restituite alla cittadinanza. Le OCT sono composte da un team poliedrico: artigiani, artisti, progettisti, educatori, operatori sociali che si sono posti l’obiettivo di tutelare, innovare e promuovere la cultura artigiana e il rispetto per l’ambiente, attraverso una costante attività di ricerca, sperimentazione e formazione. Negli spazi messi a disposizione dall’Hub Cecchi Point, i soci delle OCT hanno dato vita ​ a ​ un servizio di ​ officina popolare che copre le seguenti discipline: ciclofficina, sartoria, falegnameria, carpenteria metallica, fresatrice a controllo numerico e restauro.

 

1.2 I nostri scopi

L’associazione “Officine Creative Torino” si pone come obiettivi fondamentali:

  • la promozione e la valorizzazione delle artigianalità
  • l’utilizzo di metodi di educazione non formale, allo scopo di sensibilizzare i giovani e accrescere il loro interesse verso l’ambiente in cui vivono
  • la tutela e valorizzazione dell'ambiente, del paesaggio, del patrimonio culturale storico- artistico e l’essere umano come parte di esso
  • agevolare l’inserimento sociale di soggetti svantaggiati ed emarginati
  • incentivare la partecipazione attiva dei giovani alla vita civile, sociale, culturale, politica ed economica
  • migliorare l’ambiente urbano anche attraverso l’ottimizzazione delle risorse presenti nel contesto locale
  • diffondere stili di vita ecosostenibili
  • sollecitare le capacità critiche e sociali come parte di una cittadinanza attiva, favorendo sia una crescita individuale che di comunità.
  • valorizzare le differenze interculturali ed individuali attraverso la ricerca di nuove soluzioni
  • promuovere la produzione artistica e artigianale come mezzo di espressione collettiva e di trasformazione sociale
1.3 Attività

Gli obiettivi e gli scopi dell’associazione trovano realizzazione pratica attraverso le diverse attività promosse, quali:

  • corsi di formazione non professionale per il recupero, la tutela e l’innovazione dell’artigianato
  • un servizio di officina popolare per promuovere la diffusione del saper fare e favorire la condivisione delle buone pratiche
  • mostre, eventi, conferenze, laboratori e attività didattiche
  • pubblicazione di materiali relativi alle iniziative dell’associazione
  • attivazione di reti associative per lo sviluppo delle proprie finalità progettuali
  • avvio di percorsi ludico-didattici mirati al riuso, al riciclo, alla riparazione e alla riduzione dei consumi e dei materiali e all’acquisizione di competenze manuali
  • gestione e riqualificazione degli spazi urbani e naturali
  • attività volte all’inserimento sociale di soggetti svantaggiati ed emarginati
  • attivazione e gestione di servizi utili alla collettività e alle istanze emergenti dalle attuali dinamiche sociali, economiche e ambientali
  • messa a disposizione di competenze e attrezzature
1.4 Gli ambiti di attività

Gli spazi delle Officine Creative Torino si articolano intorno ad ambiti principali quali la ciclofficina, la falegnameria, la carpenteria metallica e la sartoria, un’area laboratori, uno spazio espositivo polivalente che ospita una collezione di biciclette antiche.Le attività possono essere suddivise in:
ATTIVITÀ PER ADULTI:

  • corsi base delle varie artigianalità (ciclomeccanica, falegnameria, sartoria, saldatura, fresatrice CNC, restauro)
  • corsi avanzati (falegnameria)
  • workshop
  • officine popolari (spazi per l’auto-riparazione e l’auto-costruzione guidata o autonoma): alla base di questa attività c’è la volontà di dare la possibilità a tutti di poter utilizzare attrezzature in condivisione, trovare un tecnico esperto a cui chiedere supporto in caso di necessità, condividere spazio e tempo con altre persone, facilitare lo scambio di competenze e l’interazione tra i vari ambiti.
  • officine professionali (spazi per l’auto-costruzione in autonomia dietro presentazione di un progetto specifico)
  • laboratori brevi durante eventi

ATTIVITÀ PER BAMBINI

  • laboratori per bambini e famiglie (domenica)
  • laboratori sulle 4R (Riduci/Ripensa, Riusa, Ripara, Ricicla) per scuole, famiglie, associazioni e cooperative
  • laboratori brevi in occasione di eventi

Inoltre, è in corso d’opera un progetto di promozione e valorizzazione dell’ artigianato ciclistico torinese, attraverso la catalogazione, il restauro e il ripristino d’uso di biciclette antiche. Il progetto prende il nome di Velomuseo Diffuso, in quanto intende esporre alcuni di questi esemplari nel luogo in cui sono stati realizzati, riportando in vita i contesti e le storie che nel tempo sono andate dimenticate.

1.5 Risorse umane e organizzative

Le risorse umane impegnate al 31 dicembre 2016 nell’Associazione sono:

  • Consiglieri 5
  • Soci 233
  • Soci in Banca del tempo e volontari 35

I numeri aggiornati al 31 marzo 2017:

  • Consiglieri 5
  • Soci 411
  • Soci in Banca del tempo e volontari 40

I soci dell’Associazione hanno età compresa fra i 18 e 60 anni. Ci sono anche soci minorenni in un’età compresa tra i 6 e i 17 anni, accompagnati da educatori e genitori, che partecipano alle attività laboratoriali della domenica, ai doposcuola ed alle attività che proponiamo durante l’anno ad associazioni e cooperative.

Gli organi dell’Associazione sono:

  • Assemblea dei soci;
  • Consiglio Direttivo;Tutte le cariche sociali sono assunte e assolte a totale titolo gratuito. Esse hanno la durata di due anni e possono essere riconfermate fino a un massimo di tre mandati.
    Le sostituzioni effettuate nel corso del biennio decadono allo scadere del biennio medesimo.
    In caso di morte, dimissioni o esclusione di Consiglieri prima della scadenza del mandato, il Consiglio Direttivo provvede alla loro sostituzione utilizzando l’elenco dei non eletti

L’attuale Consiglio Direttivo, in carica dal marzo 2016 per due anni, è così composto:
Elena Actis, presidente
Paolo Di Napoli, vicepresidente
Andrea Pasquarelli, consigliere
Luciano Strasio, consigliere
Michele Noce, consigliere

2. Relazione attività e progetti realizzati nel 2016

Da ottobre 2016 abbiamo gestito l’apertura delle officine popolari (falegnameria e ciclofficina) tutti i martedì, giovedì e sabato e fresatrice, sartoria e carpenteria metallica su prenotazione con un flusso di circa 40 persone a settimana.

Abbiamo tenuto:
n° 2 corsi base di ciclomeccanica,
n° 2 corsi base di falegnameria,
n° 1 corso base di sartoria,
n° 1 corso base di saldatura,
n° 1 corso base di fresatrice CNC,

Da settembre 2016 abbiamo tenuto laboratori manuali, all’interno degli spazi del Cecchi Point ed esternamente, sul riuso ed il riciclo in occasione dei seguenti eventi:
ISAO festival,
Terra Madre Salone del Gusto,
Libr@ria,
Residenze Svelate
Pimp my Bike Emporium San Salvario,
Festa delle 5R a Mirafiori,
Uniti per Unito Sostenibile.

L’associazione ha inoltre organizzato e gestito, con la collaborazione di alcuni soci:
n° 5 laboratori domenicali per bambini e famiglie (con il format della Merenda Creativa)
n° 2 laboratori sul riuso ed il riciclo per adulti presso la Casa dell’Ambiente (progetto Scambiamoci)
n° 2 ciclofficine itineranti (una presso il Campus Einaudi dell’università degli studi di Torino ed una durante l’evento Pimp my Bike)

Sta inoltre portando avanti dall’inizio dell’anno 2017:

  • Progetto R-Innova: laboratori per bambini e famiglie sul riuso ed il riciclo presso la scuola Silvio Pellico di Torino
  • Progetto Extra Strong - laboratori manuali su riuso e riciclo presso il doposcuola del Cecchi Point
  • Progetto Extra Strong - la materia delle cose: attività pomeridiana sul ciclo di vita degli oggetti presso la scuola “Vian” del quartiere le Vallette;

Queste attività sono gratuite per le scuole e le associazioni grazie al finanziamento dei seguenti progetti (di cui l’associazione OCT è partner):

  • R-Innova: progetto finanziato dalla Circoscrizione 8
  • Extrastrong: capofila Il Campanile ONLUS
  • Extrastrong: capofila Vides Main
2.1 Attività di banca del tempo e dei volontari

Per rendere accessibili a tutti le attività di officina popolare e per diffondere lo scambio di competenze, oltre alla possibilità di ragionare fuori dai semplici schemi monetari, è stata attivata un’opzione che consente di utilizzare gli spazi in Banca del Tempo. Ogni socio può, quindi, dare una mano durante le attività dell’associazione o proporsi per una specifica attività relativa alle sue competenze, “guadagnando” così ore di utilizzo degli spazi e delle attrezzature delle varie officine popolari. Grazie a questo meccanismo, siamo riusciti a rendere accessibile a più persone il servizio di auto-riparazione e avviare collaborazioni con persone come grafici, artigiani, artisti, che hanno messo a disposizione le proprie competenze specifiche.

2.2 Collaborazioni con Enti, Associazioni e strutture del territorio, partecipazioni a reti e altri progetti

L’associazione partecipa alle attività/eventi della Rete delle Case del Quartiere e al Tavolo del riuso.

Le collaborazioni attive da settembre 2016:
Arteria ONLUS
Pop Economix
progetto Peer on Bike
ass. Jonathan
Contiamoci.com
coop. Triciclo
ass. Scholè
ass. Bike Pride
Circo Luce
Circo Pacco
Humake.it
ass. Vides Main
ass. ToScience
Orimaghi
coop. Strana Idea
IED - Istituto Europeo di Design
Térmitière - studenti del politecnico
Officina Galattica dei creatori di Giocattoli

Tra le collaborazioni che hanno favorito la realizzazione del progetto ricordiamo:
il Comune di Torino, la Circoscrizione 7, l’associazione Il Campanile ONLUS, la Rete delle Case del Quartiere, l’ass. Quinta Tinta e l’ ass. Videocommunity Torino.

L’Associazione ha ospitato nel 2016 due tirocini di fine percorso di studi di laurea triennale (Politecnico di Torino - facoltà di Disegno Tecnico Industriale e Accademia Albertina di Belle Arti di Torino) ed è oggetto ad oggi di un totale di 3 tesi di laurea.

2.3 Attività per il sostegno dell'Associazione

Tutte le attività di officina popolare e professionale, i corsi e laboratori, tolti i costi vivi, sono a sostegno dell’associazione. Ogni trimestre viene organizzata una festa di autofinanziamento durante la quale vengono proposte attività ad offerta libera e un’asta di biciclette recuperate e ripristinate dai soci che collaborano con le attività di ciclofficina popolare.

3. Profilo economico e finanziario

Nel rispetto della normativa vigente, l’Associazione Officine Creative Torino redige il proprio Rendiconto Finanziario in base al principio di Cassa. Di seguito riportiamo il rendiconto dell’anno 2016:

4. Obiettivi per il 2017

Nel corso del 2017 il direttivo si impegna a completare e approfondire il lavoro sul modello gestionale di sostenibilità, modello che verrà esposto più dettagliatamente durante l’assemblea soci. Per raggiungere questo obiettivo ci si avvarrà della collaborazione con lo studio commercialista Di Vece, con esperienza specifica nel terzo settore, giá incaricato della gestione del bilancio e revisione contabile. In questa ottica si perfezionerá l’accordo di rete con l’associazione Il Campanile ONLUS, la quale ha da quest’anno funzione di associazione di secondo livello (a cui ci affilieremo nel corso del 2017). L’accordo prevede, oltre ad un generale ruolo nella gestione delle attività ricreative, formative manuali e di promozione dell’artigianalità, un supporto della gestione dell’hub in termini economici e di lavoro. In particolare l’Associazione si impegna nella gestione di attività di manutenzione degli spazi mettendo a disposizione una supervisione e coordinamento dei volontari organizzando momenti di lavoro in particolare il lunedì mattina.
Il generale la strategia è quella di riuscire a garantire le attività istituzionali grazie al contributo dei soci senza dipendere da finanziamenti e contributi. Si è deciso di erogare servizi anche esternamente all’hub, se sostenibili, che possano creare un'economia di scala a supporto delle attività gestionali (in dettaglio nel paragrafo 2)

Oltre alle aperture delle officine popolari ci si impegna a erogare:
n° 8 corsi base di ciclomeccanica,
n° 8 corsi base di falegnameria,
n° 6 corsi base di sartoria,
n° 6 corsi base di saldatura,
n° 6 corsi base di fresatrice CNC

e progettare ed erogare nuovi corsi, quali:
n° 6 corsi avanzati di falegnameria.
n° 1 corso di restauro.

RINGRAZIAMENTI

Si ringraziano tutti i soci che si sono resi disponibili a supportare le attività di gestione e di erogazione di attività, in banca del tempo, o anche in puro volontariato, riconoscendo il valore sociale e culturale dell’associazione. Va riconosciuto inoltre l’imprescindibile impegno dell’associazione il Campanile ONLUS nella gestione del progetto hub e il comune di Torino. Ringraziamo inoltre le associazioni che operano all’interno dell’Hub Cecchi Point; in particolare Videocommunity e Quinta Tinta con cui collaboriamo dal 2011 e che in questo primo anno associativo ci hanno supportato nella realizzazione e nella promozione delle nostre attività.